Capelli e Moda Marketing e Gestione Salone

PENSARE POSITIVO NON FUNZIONA

Il titolo è (volutamente) “sbagliato”: già nel momento in cui una persona afferma che il pensiero positivo funziona o non funziona, è evidente che manca chiarezza sul significato della positività.
Perché il pensiero positivo prescinde dal risultato! Non è che “se penso positivo andrà tutto alla grande, se penso negativo andrà tutto male”; non è che “ho pensato positivo per tutta la settimana, ma alla fine la tal cosa è stata un disastro, perciò pensare positivo non serve”.
Pensare positivo innalza la nostra consapevolezza, ci rende più sicuri, più forti, più performanti, ma ciò potrebbe non essere sufficiente. Se per esempio sto facendo una cosa in modo sbagliato, il pensare positivo non mi aiuterà ad ottenere ciò che volevo!
Il pensiero positivo va a supporto del modo in cui interpretiamo ciò che siamo, ciò che facciamo, ciò che ci accade. E’ tridimensionale: possiamo applicarlo “prima”, in preparazione ad un evento o a un periodo, “durante” una performance, e anche “dopo”, così che ci aiuti ad interpretare qualcosa che è successo (per esempio con la positività “dopo” posso ridimensionare un problema o espandere una gioia).
Pensare è come respirare, non puoi “non” farlo (riesci a ordinare alla tua mente di smettere di pensare?), perciò infarcire di positività i nostri pensieri è qualcosa che va slegato da una mera logica di risultato.
Pensare positivo è piuttosto un potenziatore, un acceleratore. Allena il nostro senso di responsabilità e la nostra consapevolezza; insieme ci rasserena e ci carica; ci spinge a notare il bicchiere mezzo pieno più che il mezzo vuoto.
Prova a fare questo esercizio: prendi un evento poco gradevole che ti è successo di recente… pensato? Ok. Ora impegnati a trovare almeno un lato positivo anche in questo evento (sforzati di riuscirci, spazza via quel banale “non ne trovo, non ci riesco” che potrebbe bloccarti!). Spesso il vero motivo per cui un evento negativo ci condiziona sta nella nostra difficoltà di interpretarlo al meglio, di trovare i risvolti positivi, le lezioni, le trasformazioni che può ispirare.
Prova ad allenare il pensiero positivo per sette giorni sette. Ricorri ad esso sistematicamente, in tutte e tre le dimensioni (prima, durante e dopo). Fallo con una sola attenzione: mantieni questo atteggiamento distaccato dai risultati che arriveranno! Ben presto noterai che il pensiero positivo non “funziona”: fa funzionare te!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *